Napoli, Manfredi: “Le risorse regionali devono andare agli enti locali perche’ sono dei cittadini” 

NAPOLI. Il sindaco Gaetano Manfredi di Napoli punta nuovamente il dito per ciò che concerne le risorse ai singoli Comuni: “Le risorse della Regione devono andare agli enti locali, che naturalmente arrivano alla Regione perche’ e’ l’ente programmatore. Nella ripartizione delle risorse, le risorse nazionali ed europee passano per la Regione e poi vanno ai comuni e alle istituzioni locali, e’ questo il percorso naturale. Le risorse sono dei cittadini”.

Il diktat del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, arriva a margine della presentazione della mostra “Gli spagnoli a Napoli” al Museo di Capodimonte.

E ancora aggiunge Manfredi:

“Noi abbiamo avuto grandi finanziamenti dal Pnrr, quindi direttamente dallo Stato centrale e dalla Commissione Europea. Ci auguriamo che nella nuova programmazione europea ci siano risorse importanti per la citta’ e per l’area metropolitana che rappresenta la meta’ della Regione Campania”.

Napoli violenta, il sindaco Manfredi: «Hanno meno di 14 anni. Siamo molto preoccupati»

NAPOLI. Sabato sera l’ennesima violenza gratuita ai danni di un 12enne in pieno centro a Napoli. Si tratta di un ragazzino che è stato accoltellato da un coetaneo ed è finito in ospedale.

Una criminalità minorile che spaventa e che stando anche ai dati che giungono dalle diverse città non riguarda solo Napoli, ma l’intera nostra società.

A confermarlo è lo stesso sindaco di Napoli, Manfredi:

«E’ una grande preoccupazione che non è solo di Napoli ma di tutte le grandi aree metropolitane – ha aggiunto – e ne abbiamo parlato diffusamente con il ministro dell’Interno e anche con i sindaci delle altre città. Questa violenza che colpisce ragazzi, che hanno meno di 14 anni che quindi non sono neanche punibili e che sono armati con armi da taglio, è un fenomeno che ci preoccupa moltissimo»

E infine conclude:

«Sicuramente ci vuole più controllo ma è anche un fenomeno sociale che richiede un impegno straordinario da parte del Governo nazionale e di tutte le nostre comunità perché c’è un tema educativo che è fondamentale». (ANSA).

Casi dunque non isolati, am che non per questo devono passare inosservati, piuttosto far riflettere sulla nostra società, su questo bisogno quasi incessante di affermarsi attraverso l’uso della violenza o peggio ancora di cercare di ottenere qualcosa attraverso essa. E presa pertanto sottogamba dai più. E’ un fenomeno frutto di tanti fattori, ai quali bisognerebbe porre rimedio.

Segui 41esimoparallelo sui social: Facebook, Instagram, Youtube.
Iscriviti al nostro canale Google News
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
ARTICOLI CORRELATI

Archivio