Connettiti con noi

Sanremo

Chi presenterà Sanremo 2025? Il totonomi per il dopo Amadeus, chi prenderà le redini del Festival

Pubblicata

il

Condividi

Il Festival di Sanremo, dopo l’epoca di Amadeus, si trova ad affrontare una domanda cruciale: chi sarà il prossimo a prendere le redini di questo evento iconico della musica italiana? Amadeus è stato non solo il conduttore, ma anche il “dittatore” artistico del Festival, con numeri da record che hanno confermato la sua indiscussa leadership. Tuttavia, con la sua decisione di lasciare, si apre ora una fase di incertezza e di ricerca del suo successore.

Sanremo, il Festival dopo Amadeus: chi potrebbe prendere il suo posto

Roberto Sergio, amministratore delegato della Rai, ha espresso il desiderio di continuare con Amadeus anche per le prossime edizioni, ma il conduttore ha respinto l’invito, confermando la sua decisione di fermarsi dopo questa edizione trionfale. Nonostante le pressioni per continuare, Amadeus sente il bisogno di esplorare nuove idee e nuove sfide.

Questa edizione del Festival ha segnato un altro successo straordinario, con ascolti record e un mercato pubblicitario florido. La finale è stata seguita da oltre 14 milioni di spettatori, con una quota di share del 74,1%. La Rai ha incassato ben 60,2 milioni di euro dalle inserzioni pubblicitarie, confermando il valore economico e culturale del Festival.

Ma ora, con l’addio di Amadeus, la Rai si trova di fronte a una decisione cruciale: chi sarà il prossimo conduttore? Le ipotesi sono molte, ma ancora incerte. Internamente, nomi come Carlo Conti, Antonella Clerici e Milly Carlucci sono stati avanzati come possibili candidati. Tuttavia, anche figure esterne come Paolo Bonolis potrebbero essere prese in considerazione, così come una possibile svolta affidando il Festival a un cantante, come già accaduto con Baglioni.

Inoltre, si discute anche di una possibile rivoluzione nel formato del Festival. Accorciare la durata dell’evento e cambiare i criteri di valutazione potrebbero essere opzioni da considerare per rinfrescare il format e renderlo più adatto ai tempi moderni.