Connettiti con noi

Cronaca

Ucciso da un malore improvviso a 28 anni, Paolo Bianchi si era da poco laureato

Pubblicata

il

Condividi

A soli 28 anni, Paolo Bianchi è stato strappato dalla vita da un improvviso malore, vittima di un infarto. Questa tragedia ha sconvolto la sua famiglia, composta dalla mamma Mariapia e dai fratelli Andrea e Stefano, così come i suoi colleghi e amici.

Questo destino ha tragicamente ripetuto quello del padre Vincenzo, che nel 2009, all’età di 57 anni, perse la vita per un attacco cardiaco durante i campionati italiani di Enduro.

Paolo, originario di Sovere (Bg), si era laureato in medicina all’Università di Brescia nel 2021. Aveva lavorato in vari ospedali, tra cui il pronto soccorso del nosocomio di Esine, lasciando un’impronta positiva nei suoi colleghi. Recentemente si era trasferito a San Bonifacio (Vr) per completare la sua specializzazione presso l’ospedale Fracastoro.

Il cordoglio per Paolo Bianchi sui social

Le testimonianze di affetto e i ricordi su Paolo, pubblicati sui social dai suoi conoscenti e colleghi, sottolineano la sua tranquillità, pacatezza, educazione e al contempo la sua intelligenza e abilità nel risolvere problemi. Era un collega ideale, dotato di una passione palpabile che traspariva dal suo sorriso.

La camera ardente è stata allestita nella casa dei familiari a Sovere. E l’intera comunità si è stretta intorno alla madre e ai fratelli del dottor Bianchi. Centinaia di persone sono attese per l’ultimo saluto commosso: il funerale si terrà giovedì 15 febbraio, alle 15, nella chiesa parrocchiale del paese bergamasco.

Strappato alla vita all’improvviso come il papà

Questo dramma ripete quello vissuto dalla famiglia anni prima, quando il padre di Paolo, Vincenzo, perse la vita durante una gara di Enduro a causa di un infarto. Pilota del Moto Club Costa Volpino, Vincenzo morì all’età di 57 anni mentre gareggiava nella categoria Major a Bussi sul Tirino, precipitando a terra a seguito dell’attacco cardiaco. Nonostante i soccorsi tempestivi, nulla poté essere fatto per salvarlo.