Connettiti con noi

Sanremo

Sanremo 2020, Achille Lauro come San Francesco. Ma è solo l’inizio: «Quattro nuove storie

Pubblicata

il

Condividi

Achille Lauro ha stupito il pubblico di Sanremo 2020 

Con la sua performance durante l’esibizione nella prima serata del Festival. Ha sceso la scala dell’Ariston avvolto in una cappa nera e oro, per poi rivelare una tutina dorata che a qualcuno ha fatto storcere il naso e ad altri ha mandato in estasi. In ogni caso, Achille Lauro ha centrato l’obiettivo, e non sarà l’unica sorpresa: «Voglio portare quattro storie, quattro forme di omaggio, che rappresentino al meglio ciò che accade durante i miei live», ha spiegato.

E a chi non è proprio piaciuto quel tipo di show?

Achille Lauro ha pensato anche a questo: «Ho deciso di osare, di azzardare, qualcuno potrà dire che sono pazzo: sono disposto a correre il rischio, certo che chi non comprenderà avrà comunque il mio rispetto».

Ieri sera per la performance Achille Lauro sulle note di Me ne frego si è ispirato alla celebre scena attribuita a Giotto in una delle storie di San Francesco della basilica superiore di Assisi. Il momento più rivoluzionario della sua storia in cui il Santo si è spogliato dei propri abiti e di ogni bene materiale per votare la sua vita alla religione e alla solidarietà.

(Leggo)

 

Leggi anche:

https://bit.ly/382uWrb