C’è Posta per Te. Genitori rinnegano la figlia: non approvano al storia d’amore col fidanzato.

di nunzia d'aniello
11 mesi fa
1 Marzo 2020

Gabriele e Dafne stanno insieme da qualche tempo ma questa storia è fortemente osteggiata dai genitori di lei.

Gabriele è un bravo ragazzo, apparentemente molto innamorato di Dafne, ma al padre della ragazza non piace perché non è ricco. Il signor Lucio, che la figlia ha definito un padre-padrone, vorrebbe che Dafne si fidanzasse con il ragazzo più ricco del paese e non accetta questa relazione. A chiamare la redazione del programma è stata proprio Dafne, che dopo essere stata cacciata di casa dai genitori vorrebbe far pace con loro. Tutti i tentativi di Maria De Filippi di far ragionare Lucio e sua moglie vanno a vuoto, la coppia è irremovibile nella sua decisione, soprattutto il marito. La stessa conduttrice non può non rendersi conto che, ogni volta che la signora Giusy prova a raccontare i fatti, Lucio sferra una gomitata sul fianco alla moglie.

Può tornare a casa solo se lascia Gabriele“, afferma più volte con risolutezza il signor Lucio, che non riesce però a spiegare alla conduttrice il motivo della sua decisione. “Ho un’altra figlia con la f grande, l’intelligenza che ha quella lì è pazzesca, studia psicologia. Se Dafne ha l’intelligenza non l’ha usata, l’ha tenuta in tasca. Non si è nemmeno diplomata“, sbotta a un certo punto il signor Lucio. Una frase infelice la sua, che ha letteralmente fatto rivoltare il popolo di Twitter che seguiva C’è posta per te, contrariato dall’atteggiamento così duro e denigratorio di un padre verso una figlia.

Non sono mancate le offese reciproche, fino a quando non è la signora Giusy a prendere il controllo della situazione: “Per me puoi chiudere, doveva rimanere a casa alle nostre regole, chiudi.” Ad accompagnare le sue parole, un gesto di stizza con la mano. Il signor Lucio a quel punto racconta altri dettagli del loro rapporto: “Se sapessi il male che mi ha fatto… Mi trattava male perché le dicevo di studiare e prendere il diploma. Se hanno un figlio? Se lo cullano. Non mi manca nemmeno un po’. Mi ha cercato lei, non io. Non mi fido di lei.” Impietosi i commenti dei social per la coppia di genitori: “Scappa, sono stronzi!

(IlGiornale)

Leggi anche:

Coronavirus Cina. Dimessa la paziente più anziana: ha 98 anni ed è guarita

Temi di questo post