Connettiti con noi

Economia

Busta paga più ricca da oggi: luglio non fa paura. A chi spettano gli aumenti

Pubblicata

il

Condividi

Luglio non fa paura agli italiani: busta paga più ricca da oggi. “Gli stipendi aumenteranno per 16 milioni di persone”, ha ricordato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. “Per 4 milioni e mezzo aumenteranno di 100-80 euro netti al mese che arriveranno in busta paga. Per 11 milioni i vecchi 80 euro arriveranno a 100. Un taglio significativo delle tasse di oltre 7 miliardi l’anno a regime”. Sempre mercoledì entrano in vigore anche il nuovo limite all’uso del contante che passa da 3.000 a 2.000 euro e il credito di imposta pari al 30% delle commissioni addebitate agli esercenti per transazioni con carte.

Aumento in busta paga da luglio

Per chi già beneficiava del ‘bonus Renzi’ (tra 8mila e 24mila euro di reddito) l’importo passa così da 80 a 100 euro al mese, che andranno anche a chi ha redditi tra 24 e 28mila euro. A chi ha invece redditi tra 28mila e 40mila euro sarà riconosciuta una detrazione via via calante, fino ad azzerarsi dai 40mila euro in su.

I dipendenti cui è riconosciuta una auto in fringe benefit, inoltre, da domani godranno anche dello sconto fiscale riconosciuto per i mezzi meno inquinanti (fino a 60 g/km di emissioni di Co2). Resta invece l’attuale fringe benefit fino a 160 g/km, mentre c’è una penalizzazione per le emissioni superiori. La categoria a cui appartiene il proprio veicolo si può trovare sul libretto di circolazione, al punto V7. La misura è già di carattere strutturale per la parte relativa al trattamento integrativo, mentre la detrazione deve essere stabilizzata dal 2021 a patto che si trovino le risorse. E forse nell’ambito della riforma complessiva del fisco slittata causa Covid ma ora tornata di attualità.(TeleclubItlaia)
Leggi anche: Fino a 100 euro in più in busta paga dal 1 luglio: ecco chi ne avrà diritto
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo