Connettiti con noi

Attualità

Rientro dall’estero: obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro ASL Napoli 1 Centro

Pubblicata

il

Condividi

Rientro dall’estero: obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL Napoli 1 Centro per test sierologici o tamponi e monitoraggio della situazione epidemiologica.

L’effetto dell’ordinanza

L’ASL Napoli 1 Centro rende noto che per effetto dell’Ordinanza del Presidente Giunta Regione Campania n°67 dell’11 agosto 2020, fatte salve tutte le disposizioni nazionali e regionali già vigenti in tema di rientri dai Paesi extra Schengen e da quelli individuati dai competenti organi statali come a maggior rischio, a tutti i cittadini residenti in Campania che fino al 31 agosto 2020 facciano rientro da vacanze dall’estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL al fine della somministrazione di test sierologici e/o tamponi e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica.

La segnalazione

Per quanto concerne il territorio di competenza dell’ASL Napoli 1 Centro (cittadini residenti a Napoli, Capri e Anacapri)
la segnalazione va indirizzata alla email dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it

La mail

Nella email andranno indicati per ogni cittadino che dovrà essere sottoposto a test sierologici o tamponi: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza, cellulare, paese di provenienza, giorno di arrivo in Italia.

La decisione di De Luca

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto con una nuova ordinanza, di cui sono anticipati i contenuti, l’obbligo “per tutti i cittadini residenti in Campania che facciano rientro da vacanze all’estero con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale di segnalarsi alla competente Asl per essere sottoposti a test sierologici e/o tamponi”. (La Presse)

Coronavirus, nuova zona rossa in Campania. La decisione di De Luca

“È indispensabile avere il massimo rigore e assumere decisioni immediate per spegnere da subito ogni focolaio di contagio. Occorre chiamare a rispondere anche sul piano penale quegli operatori che subordinano la vita delle persone ai propri affari, ignorando le regole di sicurezza”.

L’ordinanza

Cosi’ il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca anticipando un’ordinanza che sarà pubblicata a breve per istituire una mini zona rossa nel comune di Sant’Antonio Abate (Napoli).

La misura si e’ resa necessaria dopo alcuni contagi registrati in due strutture ricettive del comune, gli hotel villa Palmentiello e La Sonrisa. Quest’ultimo l’albergo dove è registrato il programma ‘Il Castello delle Cerimonie’ in onda su Real Time.

Gli obblighi

Nell’ordinanza sono previsti gli obblighi di disinfezione e sanificazione di tutti i locali prima della riapertura e di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle abitazioni fino al 14 agosto per i residenti di via Croce di Gragnano.

Disposta anche la chiusura dei varchi e accessi secondari alla strada. Ai residenti sarà garantita l’assistenza e la somministrazione di derrate alimentari e generi di prima necessita’. Prevista anche l’esecuzione di test sierologici e tamponi sui cittadini di Sant’Antonio Abate.

Le stesse misure interessano le persone che hanno partecipato a feste o eventi in quelle strutture ricettive. Fonte: Agenzia Dire
Leggi anche Coronavirus, nuova zona rossa in Campania. La decisione di De Luca
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

Continua A Leggere