Fiumi fidi fango e violenti acquazzoni invadono la Campania. Città allagate. E’allerta: cosa sta accadendo

1 mese fa
27 Ottobre 2020
di nunzia d'aniello

Fiumi di fango e violenti acquazzoni. Torna la paura per il maltempo in Campania. Dalla scorsa notte violenti acquazzoni si stanno abbattendo dall’Agro nocerino sarnese alla Valle dell’Irno fino alla zona sud della provincia, passando per il capoluogo, provocando disagi soprattutto alla circolazione veicolare.

I disagi nei comuni

Situazione critica, già alle prime ore del mattino, lungo la strada provinciale tra i comuni di Mercato San Severino e Roccapiemonte, dove – come mostrano le foto di Antonio Capuano – diverse vetture sono rimaste bloccato nel fango sceso dalla montagna.

Allagamenti si registrano anche a Nocera Inferiore, dove l’acqua ha completamente paralizzato via Giovanni Pascoli impedendo ai residenti di poter uscire di casa. Primi allagamenti a Sarno e Castel San Giorgio, che, nelle scorse settimane, furono travolte da fango e detriti.

A Salerno

Disagi anche nel capoluogo con fiumi d’acqua che stanno scendendo invadendo le frazioni collinari (da Giovi a Matierno) e dove vengono costantemente monitorati i sottopassi, in particolare quelli di Mercatello e dello stadio Arechi.

Boom di contagi nel Napoletano

Il virus non frena la sua corsa soprattutto nel Napoletano. Aumentano, infatti, vertiginosamente i contagi a Giugliano.

Stando all’ultimo aggiornamento sul Coronavirus nella terza città della Campania, che risale a venerdì 23 ottobre, si registrano 628 positivi.

Boom contagi – Il sindaco

Secondo quanto ha affermato il sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi, durante l’assemblea pubblica dei commercianti svoltasi in Piazza Matteotti, ci sarebbero circa 700 cittadini positivi.

Soltanto lo scorso 20 ottobre l’Asl Napoli 2 Nord aveva segnalato in totale 437 positivi, un vero e proprio boom contagi in città. “La media è troppo elevata a Giugliano, dobbiamo stare tutti più attenti. In città c’è un aumento notevole dei contagi.

Mi stanno arrivando dati allarmanti. Tra stasera e domani verranno resi pubblici altri dati”, ha detto il primo cittadino.(TeleclubItalia)
Leggi anche: Nuovi provvedimenti in Campania: “A breve misure drastiche”. Il sindaco di Napoli non ha dubbi
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo