In Italia l’indice di contagio vola: si va verso lo scenario 4, quello del lockdown totale

4 settimane fa
30 Ottobre 2020
di angela capasso

I numeri sui contagi da coronavirus in costante crescita e il valore dell’indice di contagio Rt rischiano di proiettare l’Italia verso lo “scenario 4”, il più grave previsto nel documento “Prevenzione e risposta a Covid-19” redatto dall’Istituto Superiore di Sanità.

E’ infatti molto probabile che l’indice Rt abbia superato l’1,5, valore che delinea lo scenario peggiore dell’epidemia. A far schizzare l’indice Rt sopra 1,5 sarebbe stato il forte aumenti di casi registrato tra il 12 e il 18 ottobre.

L’indice Rt illustra la potenzialità di trasmissione di un virus, ed è per questo che risulta strettamente legato a un eventuale lockdown. Un valore Rt che si attesta a 1 indica che in media una persona affetta da coronavirus può contagiarne un’altra.

Conte: “Pressione sul Ssn, necessarie misure più restrittive”

E’ stato lo stesso premier Giuseppe Conte a riferire, durante l’informativa alla Camera, che l’indice Rt ha raggiunto la soglia critica di 1,5.

“Il numero dei positivi è cresciuto in modo preoccupante ed è difficoltoso tracciare le catene di trasmissione, come sta avvenendo in molti Paesi europei. Il quadro epidemiologico sta determinando una pressione severa sul Ssn, con un incremento significativo delle persone ricoverate, sia in area medica che in terapia intensiva. Da tutto ciò, deriva la necessità di misure più restrittive”.

Incubo lockdown totale, Conte: “L’epidemia è in rapido peggioramento, non siamo fuori pericolo”

«Ritorno qui in Parlamento per illustrare le ulteriori misure restrittive adottate». Dopo la «subdola e repentina» impennata della curva. «Come è noto la sera di sabato 24 ottobre ho firmato un Dpcm alla fine di un lungo e articolato confronto con la maggioranza e le Regioni». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nel corso dell’informativa alla Camera.

«L’indice Rt di contagio ha raggiunto la soglia critica di 1,5 – afferma – Il numero dei positivi è cresciuto in modo preoccupante ed è difficoltoso tracciare le catene di trasmissione, come sta avvenendo in molti Paesi europei«, come testimoniato ieri dal »presidente Macron e la cancelliera Merkel».

«Il quadro epidemiologico – ha ancora detto il presidente del Consiglio – sta determinando una pressione severa sul Ssn. Con un incremento significativo delle persone ricoverate«, sia »in area medica« che in »terapia intensiva. Da tutto ciò, deriva la necessità di misure« più restrittive per »mitigare e alleviare il carico, già molto pesante, sul Ssn.

Le misure hanno l’obiettivo di «mitigare e raffreddare» la curva del contagio «al fine di alleviare il carico già pesante» sul sistema sanitario. Le misure si basano sui «principi di massima precauzione, proporzionalità e adeguatezza. Non abbiamo mai affermato di essere fuori dal pericolo e da una condizione di necessaria allerta».
Leggi anche Ansia da contagio in Campania, l’ennesima notte in fila per avere un tampone. Ressa davanti alla sede dell’Asl
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo