Nuova ordinanza De Luca, scoppia il caos in Campania: “Presidente fa qualcosa, rivogliamo la nostra vita”

di Nunzia D'Aniello
1 mese fa
20 Gennaio 2021

Nuova ordinanza De Luca, scoppia il panico in Campania, genitori e psicologi fanno ricorso per la ripresa della scuola. La prolungata chiusura delle scuole in Campania finisce di nuovo davanti al Tar.

“Pillole di Ottimismo”, il coordinamento Scuole Aperte, pediatri, psichiatri infantili e psicologi campani hanno presentato ricorso dinanzi al Tribunale Amministrativo regionale per chiedere la riapertura delle scuole del primo ciclo e un risarcimento danni verso la Regione Campania, a tutela di alcuni bambini che frequentano diverse classi delle elementari e delle medie, ancora escluse dalla didattica in presenza, ormai da quasi un anno.“

Ad oggi in Campania

La didattica in presenza è prevista esclusivamente per gli alunni della scuola dell`infanzia e per quelli delle classi prima, seconda e terza elementare.

Intanto sabato scade l’ordinanza del governatore De Luca. L’assessore regionale Fortini ha ipotizzato per lunedì il rientro in classe delle quarte e delle quinte classi della scuola primaria.

Un rientro lento e graduale per permettere di verificare l’impatto del ritorno in aula sulla curva epidemiologica. Ma come sempre bisognerà attendere le decisioni dell’Unità di Crisi e la successiva ordinanza del presidente Vincenzo De Luca.

Il governatore De Luca pensa ai campani. La Giunta regionale della Campania ha disposto la sospensione dei termini dei versamenti relativi alla tassa automobilistica regionale che scadono nel periodo compreso tra il 19 gennaio ed il 30 aprile 2021, prorogando tali termini al 31 maggio 2020 senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Con altra deliberazione sono state inoltre approvate le modalità di attuazione delle disposizioni della legge sugli incentivi per il rinnovo del parco automobilistico, con le quali si prevede l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per 7 anni per le autovetture ad alimentazione elettrica, 5 anni in caso di alimentazione ibrida-elettrica e 3 anni in caso di alimentazione ibrida-gas metano, immatricolate successivamente alla data di entrata in vigore della legge (18 agosto 2020) ed acquistate in sostituzione di autovetture di categoria da euro 0 a euro 4 avviate alla rottamazione.

Al termine del periodo di esenzione le auto elettriche saranno tenute al pagamento di un importo pari a un quarto di quanto dovuto per un’auto a benzina di pari cilindrata e le auto ibride corrisponderanno un importo pari alla metà di quanto dovuto da un’auto a benzina di pari cilindrata.

Emergenza virus in Campania: maestra positiva. Le mamme sul piede di guerra contro De Luca

Continua l’emergenza virus in Campania. Una maestra è positiva al Covid. Il sindaco firma l’ordinanza per permettere la sanificazione.

Positiva al virus Covid-19 una docente della scuola primaria del plesso Dante a Casal di Principe. Il sindaco Renato Natale chiude la scuola per la sanificazione delle aule.

Dopo la nota del dirigente scolastico con la quale era comunicata la positività al tampone della maestra, il primo cittadino non ha potuto fare altro che firmare la chiusura della scuola per la giornata di oggi, 19 gennaio, per permettere la sanificazione.

Il plesso aprirà regolarmente nella giornata di mercoledì, 20 gennaio. Le mamme sono sul piede di guerra contro De Luca.

Secondo loro è lui il responsabile della riapertura delle scuole e questo mette a rischio la sicurezza dei propri figli.
Leggi anche La Campania respira, curva dei positivi in calo ma ci sono più di 30 vittime. Il bollettino di oggiLeggi anche: Il sindaco di Napoli torna all’attacco e accusa De Luca: “Vergognoso, la pagina più nera della Campania”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo