Non solo la scuola, torna anche il catechismo in presenza: scoppia la polemica

di Emanuele Castellano
5 giorni fa
7 Aprile 2021

Catechismo in presenza – Nel comune toscano di Prato torna il catechismo in presenza per i ragazzi che frequentano le elementari e la prima media.

Questo a partire da oggi, mercoledì 7 aprile, con il ritorno tra i banchi di scuola, sull’intero territorio nazionale.

I giovani fino al primo anno della scuola secondaria di primo grado, riprendono, infatti, gli incontri ‘dal vivo’ nei locali parrocchiali per i gruppi fino alla prima media compresa.

I gruppi dalla seconda media alle superiori continueranno la catechesi online Prato

“Così come i ragazzi fino alla prima media possono tornare in classe, può ripartire il catechismo in presenza per le stesse fasce d’età – spiega don Carlo Geraci, direttore dell’Ufficio catechistico diocesano.

Ogni parrocchia potrà decidere se riprendere la catechesi in presenza o se continuare ancora con la modalità online.

La ripresa ‘dal vivo’ degli incontri dovrà naturalmente avvenire nel rispetto dei protocolli di sicurezza e di tutte le normative anticontagio”.

I gruppi della seconda e terza media e delle superiori dovranno invece continuare con la catechesi online.

La Diocesi ricorda infine che è sempre possibile partecipare alla messa in presenza e visitare i luoghi di culto per la preghiera personale.

Nel frattempo – Non si arresta l’emergenza Coronavirus a Napoli

I quartieri con più positivi sono ad oggi Fuorigrotta (4244), San Carlo all’Arena (4192), Pianura (3676). Quelli con più morti Miano (0,22%), San Giovanni a Teduccio (0,20%), Secondigliano (0,21%), Scampia (0,19%)

Sono 55mila i casi confermati di Covid-19 dall’inizio della pandemia dall’Asl Napoli 1, che comprende la città di Napoli e Capri. 1468 i deceduti totali. 49282 i guariti. Attualmente positive (dati aggiornati al 6 aprile 2021) 5055 persone, 318 ricoverate non in terapia intensiva e 28 in terapia intensiva.

Età media di positivi e decessi e tasso di mortalità per quartiere
Età media dei casi registrati a Napoli è di 44 anni. I quartieri con più positivi sono ad oggi Fuorigrotta (4244), San Carlo all’Arena (4192), Pianura (3676), Arenella (3227 casi), Ponticelli (3071), Socavo (2924). Incidenza altissima rispetto alla popolazione per Miano (8,33%), Chiaiano (7,21%), Soccavo (6,59%), Piscinola-Marianella (6,55%),Secondigliano (6,49%), Barra (6,44%), San Pietro a Patierno (6,3%)

Per quanto concerne i decessi, a Napoli e Capri l’età media è di 76,5 anni. La fascia più colpita è quella dai 90 anni in su: 0,97%. A seguire la fascia 70-79 con lo 0,49% e 60-69 anni con lo 0,40%. I quartieri con più morti Covid sono finora: Miano (0,22%), San Giovanni a Teduccio (0,20%), Secondigliano (0,21%), Scampia (0,19%). (Napolitoday)
Leggi anche: Torna il reddito di emergenza, al via le domande già da domani: ecco come e per chi
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo