Bonus 2.400euro in arrivo: ecco a chi spetta e come richiederlo

di Emanuele Castellano
2 mesi fa
14 Aprile 2021

Bonus fondo perduto – L’INPS ha appena comunicato l’avvenuta erogazione di 2.400 euro per i lavoratori del turismo, ma non solo.

Anche le persone che lavorano in settori diversi, gli stagionali, i venditori e i lavoratori dello spettacolo possono accedere al bonus.

Una recente comunicazione INPS dichiara che la misura di stanziamento dei 2.400 euro ai lavoratori stagionali, in particolare legati al settore del turismo, è in via di applicazione.

L’erogazione totale è di oltre 235.509 bonus già erogati. Sono 565 milioni di euro i fondi stanziati a favore dei lavoratori che più si sono trovati in difficoltà in questo periodo di crisi economica.

Sul portale INPS è disponibile la comunicazione ufficiale, per cui i pagamenti sono stati stanziati, sotto il nome di “indennità onnicomprensiva 2.400 euro”.

Il contributo è arrivato a chi in automatico ne poteva beneficiare, secondo le disposizioni del Decreto Sostegno.

La situazione economica precaria e la crisi crescente hanno causato, per tutte le categorie più colpite, perdite ingenti, e molto spesso le limitazioni hanno portato alla chiusura di imprese e attività, in via temporanea o nei casi più critici definitivamente.

2.400 euro a fondo perduto ai lavoratori del turismo

Chi lavora nel turismo ha ricevuto, o sta ricevendo in queste ore, i 2.400 euro previsti dalle misure del Decreto Sostegno del governo Draghi.

Si tratta di contributi versati in un’unica soluzione.

L’eccezione a questa regola riguarda i contribuenti che hanno richiesto il pagamento tramite conto postale, che si vedranno accreditate le somme in tranches di 800 euro.

Vediamo nel dettaglio chi sono i beneficiari che stanno ricevendo i contributi a fondo perduto, secondo i chiarimenti forniti dall’INPS:

1 Lavoratori stagionali: qui sono inclusi tutti i lavoratori che lavorano in determinati periodi dell’anno, ricollegati al turismo e allo sport, sono inclusi i lavoratori presso centri termali;

2 Lavoratori stagionali di settori diversi da quello del turismo;

3 Lavoratori intermittenti, per cui la prestazione lavorativa è offerta in modo discontinuo;

4 Lavoratori autonomi occasionali;

5 Incaricati alle vendite effettuate a domicilio;

6 Lavoratori a tempo determinato di turismo e centri termali;

7 Lavoratori del mondo dello spettacolo.

Al momento hanno ricevuto il contributo a fondo perduto tutti quelli che ne avevano diritto secondo il decreto ristori.

Questi cittadini hanno ricevuto i 2.400 euro il 6 aprile, secondo la comunicazione ufficiale INPS.

Si aspettano nuove comunicazioni per la procedura della domanda per i cittadini che chiedono l’accesso al bonus 2.400 euro per la prima volta.

Bonus 2.400 euro ai lavoratori del turismo: uno dei settori più colpiti

Riassumendo, Il bonus da 2.400 euro è arrivato automaticamente dall’INPS in questi giorni per tutti quelli che già avevano beneficiato delle indennità del decreto Ristori. La stessa indennità può essere ricevuta anche per la prima volta da chi inizialmente non rientrava tra i beneficiari, perché non strettamente correlati al mondo del turismo.

La platea di interessati attualmente viene estesa a tutti i lavoratori dipendenti e autonomi che appartengono a settori diversi da quello del turismo, inclusi quelli a contratti occasionali o intermittenti.

A rimetterci maggiormente a livello economico sono state le attività che basano tutto il proprio guadagno dalle rendite di questi mesi. Il turismo in Italia è stato completamente bloccato dalle limitazioni agli spostamenti per prevenire il rischio contagio e la stagione invernale è balzata anche per quanto riguarda gli sportivi.

Moltissimi comuni che lavorano grazie agli impianti da sci e alle attività turistiche connesse al mondo dello sport hanno avuto una situazione di crisi senza precedenti, è in questi giorni si parla delle prospettive per il futuro.

Bonus INPS e contributi a fondo perduto: come muoversi

Come abbiamo detto prima, al momento è in corso l’erogazione dei 2.400 euro da parte dell’INPS per tutti i beneficiari che avevano già aderito alle misure di sostegno del 2020.

Si attendono novità per i contributi a fondo perduto che stanno per essere erogati anche a chi per la prima volta ne deve fare richiesta.

È consigliato che tutti quelli che ancora non hanno ricevuto il bonus da 2.400 euro seguano le comunicazioni ufficiali dell’INPS, sul portale messo a disposizione per fare le domande.

A breve arriverà infatti la nuova comunicazione relativa alle istruzioni per presentare la nuova richiesta.

Allo stesso tempo in questo periodo stanno per essere erogati gli ulteriori contributi a fondo perduto per imprese e attività, in base alla perdita di fatturato effettiva avvenuta dal 2019 ad oggi.

Per questa tipologia di bonus è necessario rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, compilando l’apposito modulo per la richiesta dei contributi a questo link.

Il portale ufficiale dell’Agenzia delle Entrate offre sia il modulo per fare la domanda sia le istruzioni per presentare la propria richiesta nel dettaglio. (Trend Online)
Leggi anche: “Saremo l’incubo delle istituzioni”, disoccupati occupano il consiglio comunale di Napoli
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo