Ostia, ancora morti bianche: operaio di 58 perde la vita sul lavoro in un cantiere nautico. Era originario di Potenza

di Claudio Oreste Menafra
1 settimana fa
11 Giugno 2021

Ostia. Settimana da bollettino nero per il lavoro. Aumenta considerevolmente il numero delle vittime sui luoghi professionali. Non promette nulla di buono.

Le morti bianche continuano ad essere la piaga dell’Italia, superate solo dal numero degli incidenti stradali registrati nelle ultime settimane.

Il luogo di lavoro è in generale il luogo più pericoloso dove un individuo possa trovarsi. Questo esprimono i dati degli ultimi giorni.

La vittima di Ostia

La vittima, questa volta, è un operaio di 58 anni originario della provincia di Potenza dipendente di una ditta esterna che stava effettuando lavori nell’area del cantiere.

Solamente ieri due giorni fa un’altra tragedia simile sul litorale a sud di Roma, dove Roberto Grossi è morto a seguito di un incidente sul lavoro.

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Ostia, che indagano sul caso, e il personale del 118 prontamente intervenuto per il primo soccorso.

La dinamica della tragedia

Una vera tragedia quella di Ostia, dove intorno alle 15 di ieri, 10 giugno, un operaio è morto in un cantiere nautico.

L’uomo è deceduto sul colpo, dopo essere stato colpito da un palo da ormeggi che, per motivi e dinamica ancora in corso di accertamento, si sarebbe staccato dalla benna di una ruspa che lo stava trasportando.

Nello specifico, il fatto è avvenuto in un cantiere navale di via dell’Idroscalo 255, in pieno orario lavorativo per gli operai della squadra.

Solamente ieri due giorni fa un’altra tragedia simile sul litorale a sud di Roma, dove Roberto Grossi è morto a seguito di un incidente sul lavoro.

Salgono così ancora i dati delle morti sul lavoro nel Lazio, gli ultimi in ordine di tempo a Velletri quando a fine maggio morirono due uomini, entrambi schiacciati da un trattore (LeCronache).
Leggi anche Impatto violento in strada, Pasquale e Chiara sono i due fidanzati morti nell’incidente: “Salite al cielo prendendovi la mano”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo