Connettiti con noi

Cronaca

Milano, ragazzo tenta il suicidio e minaccia di lanciarsi nel vuoto

Pubblicata

il

Condividi

MILANO. Una dinamica incredibile, attimi di panico, minuti concitati per la vita del giovane ragazzo che aveva deciso di farla finita una volta per tutte.

Si trovava ad una altezza incredibile e minacciava continuamente di suicidarsi, di lanciarsi nel vuoto per mettere definitivamente fine alla sua vita.

Era in bilico al terzo piano della Galleria Vittorio Emanuele a Milano e minacciava di suicidarsi. Un giovane milanese di 26.

Le ragioni di un gesto così atroce ed estremo sono quasi sempre difficili da rintracciare all’esterno, tuttavia i genitori si sono dati una certa spiegazione.

Al termine della concitata vicenda, infatti, hanno spiegato che il ragazzo stava attraversando un periodo difficile dal punto di vista della salute.

La dinamica del folle gesto a Milano

Gli agenti, accorsi immediatamente sul posto, hanno fatto di tutto e alla fine sono riusciti ad arrampicarsi sino alla sua altezza, per poi tarlo definitivamente in salvo.

Verso le 20, i poliziotti sono stati avvicinati da un uomo che ha chiesto il loro intervento dopo aver notato il giovane già oltre il parapetto della ringhiera e in bilico nel vuoto, a quasi 10 metri da terra.

Alcuni agenti hanno monitorato la situazione in galleria e altri due sono saliti nella ringhiera dove si trovava il ragazzo. Dopo qualche minuto a parlare hanno afferrato il giovane e lo hanno fatto mettere in salvo.

Ora il ragazzo sta bene, è di nuovo tra le braccia dei genitori che hanno ringraziato senza sosta gli agenti che si sono prodigati per lui.

I genitori del 26enne sono subito arrivati sul posto e hanno spiegato che il figlio sta attraversando un momento particolare per alcuni problemi di salute. Il giovane è stato poi trasferito in ospedale per alcuni accertamenti. (LEGGO)
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo