Connettiti con noi

Cronaca

Piacenza, finiscono con l’auto nel fiume: morti annegati quattro ragazzi di 20 anni

Pubblicata

il

Condividi

PIACENZA. Incidente nel Piacentino. Quattro ragazzi di circa vent’anni, tre maschi e una ragazza, sono stati trovati morti nella tarda mattina dilungo l’argine del fiume Trebbia vicino a Piacenza, in una zona isolata a Calendasco (Piacenza).

I loro corpi

Sono stati estratti da un’auto che è stata trovata per caso da un pescatore inabissata per metà nelle acque del fiume. Pare che di loro non si avessero più notizie da ieri sera, e che questa mattina le famiglie ne avessero denunciato la scomparsa. L’ipotesi più probabile la momento è che si sia trattato di un incidente avvenuto nella notte. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e pm.(IlMessaggero)

Pare che di loro non si avessero più notizie da ieri sera, e che questa mattina le famiglie ne avessero denunciato la scomparsa.

Le vittime

Come riporta IlPiacenza, sono tre ragazzi e una ragazza, pare tutti residenti tra Castelsangiovanni e Borgonovo, tutti intorno ai vent’anni di età. Sul posto, insieme al comandante provinciale dei Carabinieri Abrate, ai carabinieri delle stazioni di Borgonovo e San Nicolò, anche il comandante della polizia locale della Valtrebbia Paolo Costa.

Intorno alle 12,30 sono arrivati il capo della procura di Piacenza Grazia Pradella e il sostituto Ornella Chicca. Sul posto anche Filippo Zangrandi, sindaco di Calendasco.

I carabinieri

stanno ancora accertando l’identità precisa dei quattro ragazzi. Le indagini sono in corso per comprendere la dinamica dell’incidente: l’auto è finita nel Trebbia dopo aver percorso una lunga strada che attraversa i campi sull’argine. Una delle ipotesi è che a causa della nebbia il conducente non si sia accorto della fine della strada.

L’auto, cadendo poi da circa tre metri sulla sponda, si è ribaltata e questo potrebbe certamente aver contribuito ad intrappolare i quattro amici all’interno dell’abitacolo senza la possibilità di uscire a causa dell’acqua.(IlPiacenza)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it