Connettiti con noi

Cronaca

Etna in eruzione: lo spettacolare pennacchio di cenere generato dal vulcano. Nube di 10 chilometri, chiuso l’aeroporto di Catania

Pubblicata

il

Condividi

CATANIA. Una spettacolare fontana di lava, sgorgata dal cratere Bocca Nuova dell’Etna, ha sprigionato una nube di cenere alta circa 10 chilometri. Secondo una previsione dell’Osservatorio etneo dell’Ingv la cenere si dirige in direzione Sud-Est. Lo stesso Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha emesso un’allerta rosso per i voli, e poco dopo è stato chiuso lo spazio aereo dell’aeroporto di Catania. La cenere vulcanica sta cadendo su diverse zone del Catanese.

Fontana di lava

Da stamane l’Osservatorio Etneo registrava una debole attività stromboliana al cratere di Sud-Est del vulcano. Poi a partire dalle 9 l’ampiezza media del tremore vulcanico è iniziata ad aumentare. Il tremore è stato localizzato nelle sorgenti al di sotto del cratere di Sud-Est a una altezza di circa 2.800-2.900 metri sul livello del mare. Verso la fine della mattina l’attività nei canali magmatici interni del vulcano è aumentata. Poi una intensa e spettacolare fontana di lava è scaturita dal cratere denominato Bocca Nuova.

La nube di cenere

Dall’intensificarsi dell’attività del cratere si è levata una nube vulcanica di circa 10 chilometri che si dirige a Sud-Est. Di conseguenza L’Ingv ha emesso un’allerta rosso per il volo, il VONA (Volcano Observatory Notices for Aviation). Poco dopo l’aeroporto internazionale Fontanarossa di Catania ha inibito al traffico lo spazio aereo: nessun volo potrà atterrare o decollare. Lo rende noto la società di gestione dello scalo. I voli sono stati dirottati sull’aeroporto di Palermo ‘Falcone-Borsellino’.

La cenere vulcanica ha iniziato a cadere su diversi centri del Catanese, in particolare nei Comuni di Milo, Zafferana Entea, Acireale e Santa Venerina, lo rende noto la Protezione civile regionale.

“Si tratta dell’ennesima fontana di lava dal cratere di sud-est. Per adesso non vi sono differenze con le altre attività, per vedere come evolve bisogna attendere”, ha spiegato il vulcanologo dell’Ingv di Catania, Mario Mattia. “L’unica novità, per così dire è questa attività infrasonica della ‘Bocca Nuova’ accanto al cratere di sud-est con esplosioni interne registrate dai microfoni infrasonici che noi registriamo. Per capire come evolve la situazione- ribadisce infine il vulcanologo, bisogna attendere”.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it