Connettiti con noi

Chico forti

Chico Forti, Fugatti incontra il Console generale Usa Needham: “sblocco positivo”

Pubblicata

il

Condividi

CHICO FORTI. I rapporti tra la Provincia autonoma di Trento e gli Stati Uniti sono particolarmente proficui ed intensi sul piano economico, scientifico-tecnologico ed istituzionale.

Ne hanno discusso oggi, nel corso di un incontro cordiale il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti e il console generale degli Stati Uniti a Milano, Robert Needham.

Tra le questioni affrontate, non poteva mancare il “caso” dell’imprenditore trentino Chico Forti, da oltre 20 anni in carcere negli Usa per una complessa vicenda giudiziaria.

Il presidente ha auspicato uno sblocco positivo della situazione, che consenta l’arrivo in Italia del cittadino trentino. Per quanto riguarda il conflitto in Ucraina, il presidente Fugatti ha parlato dell’impegno del Trentino nell’accoglienza dei migranti. Un sistema che da subito ha saputo mettere in campo le proprie risorse migliori e del quale il console generale Needham si è complimentato.

Putin in diretta TV: “Non torno in dietro. Nessuno può minacciarci. Ucraini e russi un unico popolo”

UCRAINA. I militari russi “forniscono corridoi sicuri per i civili”, ma “i neonazisti ucraini lo impediscono e stanno trattando i civili come scudi umani”. E’ quanto afferma Vladimir Putin, definendo i soldati di Mosca “dei veri eroi” e annunciando indennizzi ai familiari dei militari morti o feriti.

“Non ritornerò mai indietro rispetto alla mia dichiarazione che Russia e Ucraina sono un unico popolo”, ribadisce poi il presidente russo. E aggiunge: “Nessuno può essere una minaccia per la Russia”

“I militari russi stanno combattendo per la pace, per non avere un’anti-Russia” creata dall’Occidente “che ci minaccia, anche con armi nucleari”, ha detto ancora Putin. “L’operazione speciale” in Ucraina “è condotta in accordo con i nostri programmi. Stiamo raggiungendo gli obiettivi e avendo successo”. “Siamo orgogliosi del nostro esercito e ci ricorderemo dei nostro camerati caduti. Ci stiamo preoccupando di fare tutto il possibile perché non ci siano vittime civili, e sto parlando anche di cittadini ucraini”.

E ancora aggiunge:

“Centinaia di stranieri stanno cercando di lasciare l’Ucraina ma non possono farlo perché gli ucraini li tengono in trappola, li tengono prigionieri”, ha detto ancora Putin. “Molti studenti stranieri sono stati abbandonati dal governo ucraino sulle rotaie fuori dai treni, i neonazisti hanno anche preso di mira studenti cinesi mentre stavano cercando di lasciare il Paese, due di questi sono rimasti feriti”.

“In Ucraina sono presenti mercenari stranieri, compresi alcuni dal Medio Oriente”, ha poi denunciato il presidente russo, sottolineando nel contempo che “i soldati e gli ufficiali russi che combattono in Donbass sono eroi”.

“Le forze russe sono riuscite a sfondare le linee dei nazionalisti ucraini, abbiamo attaccato il nemico e distrutto i suoi mezzi con facilità”.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it