Connettiti con noi

Senza categoria

Crisi Governo, Draghi mercoledì in Senato. Ipotesi M5s: ritiro dei nostri ministri, ma D’Incà è contrario

Pubblicata

il

Condividi

CRISI DI GOVERNO, GLI AGGIORNAMENTI. Draghi ha presentato le dimissioni dopo lo strappo del M5s, che non ha votato al Senato la fiducia sul decreto Aiuti, ma Mattarella le ha respinte e ha rinviato il premier alla Camere per “effettuare, nella sede propria, una valutazione della situazione che si è determinata”. Il premier parlerà al Senato mercoledì alle 15.30. L’Europa guarda all’Italia “con preoccupato stupore”, dice Gentiloni. L’ipotesi del M5s: “Ritiro dei nostri ministri prima di mercoledì”. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà esprime il suo dissenso. In una nota congiunta, Berlusconi e Salvini rendono noto: “Lega e Forza Italia prendono atto della grave crisi politica innescata in modo irresponsabile dai Cinquestelle che ha fatto venir meno il patto di fiducia alla base dell’azione di governo”.

Governo, Speranza: auspico si vada avanti con il M5s

“Il nostro auspicio è che anche il M5s faccia parte della maggioranza che sostiene Mario Draghi”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza.

Governo, Renzi: “O di nuovo Draghi o elezioni anticipate, mai con i 5 stelle”

“Abbiamo fatto una petizione per chiedere che torni Draghi, ma non alla vecchia maniera. Si deve finire la legislatura per il Pnrr, la legge di Bilancio e la posizione europea”. Lo detto Matteo Renzi, in diretta su Instagram. “Le ipotesi sono o di nuovo Draghi o elezioni anticipate”, ha spiegato il leader di Italia Viva, che ha aggiunto riferendosi ai 5 stelle: “Se volete aprire una crisi, i ministri si devono dimettere”. E ancora: “Con i 5 Stelle non voglio andare alle elezioni neanche se mi pagano, sono la sciagura di questo Paese dal punto di vista politico. Li ritengo un disastro. Mai con i 5 Stelle”.

Crisi di governo, comunicazioni di Draghi in Senato mercoledì mattina: poi alla Camera

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, riferirà prima in Senato mercoledì mattina e poi nel pomeriggio alla Camera. E’ quanto si apprende da fonti parlamentari.

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it