Connect with us

cronaca

Finisce il turno al lavoro e ha un incidente mentre torna a casa, Greta Curti muore a soli 21 anni

Pubblicato

il

como

Finisce di lavorare in un bar e ha un incidente in auto: Greta Curti muore a 21 anni

COMO. Aveva soltanto 21 anni Greta Curti e lavorava in un bar come cameriera. Quando, nella notte fra sabato 23 e domenica 24 luglio, ha finito di lavorare ha accettato il passaggio a casa che le era stato offerto un collega. Poco dopo il ragazzo ha perso il controllo del furgone su cui viaggiavano e si sono schiantati contro un muro. Dopo un giorno di lotta fra la vita e la morte in ospedale, la 21enne non ce l’ha fatta.

Como, la tragedia all’uscita dal lavoro

Grata Curti e il suo collega di 38 anni, proveniente da Rozzano, stavano percorrendo via Pedrosi ad Appiano Gentile, in provincia di Como, a bordo del furgone intestato a una ditta di ristorazione, probabilmente quella in cui i due lavoravano.

Erano circa le 4 del mattino e, probabilmente complice la stanchezza di una serata di lavoro, il ragazzo ha perso il controllo della vettura, fino a schiantarsi contro un muro della piccole stradine del centro del paese.

Quando sono arrivati i soccorsi, subito si sono accorti che le condizioni della ragazza erano più gravi di quelle del suo collega. Ma comunque da codice giallo. Così Greta è trasportata all’ospedale Sant’Anna, dove le sue condizioni sono gradualmente peggiorate.

Il 38enne dimesso poco dopo, lei invece è trattenuta in osservazione al pronto soccorso che – dopo un giorno – ha dovuto dichiarare la morte della 21enne.

Si indaga sulla morte della povera Greta

Per appurare le motivazioni della morte di Greta Curti è avviata un’indagine, che dovrà innanzitutto chiarire la dinamica dell’incidente.

A lasciare perplessi i Carabinieri e il sostituto procuratore di Como Mariano Fadda è, infatti, come sia stato possibile che un incidente avvenuto in una strada così stretta, dove le auto sono costrette a procedere a velocità limitata, possa aver causato conseguenze così gravi.

Inoltre è stata disposta l’autopsia sul corpo della giovane per valutare come sia stato possibile che dal codice giallo si sia poi avvenuto il decesso.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)