Connettiti con noi

Cronaca

Ultim’ora. Bimbo di 12 anni muore a Napoli: Mauro stroncato da un malore improvviso durante la partita

Pubblicata

il

Condividi

NAPOLI/BENEVENTO. Due città in lutto e distrutte dal dolore. Un risveglio amaro e forse tra i piu’ dolorosi. Un’altra piccola vita è scomparsa, volata via per sempre all’improvviso sotto gli occhi dei genitori, gli amichetti e centinaia di famiglie ancora incredule.

Mauro, giovane rugbista di 12 anni, è morto al Santobono di Napoli

Mauro Balestrieri, giovane rugbista di 12 anni, è morto al Santobono. Era stato ricoverato dopo aver accusato un malore mentre era in campo durante una partita all’Alfredo Dell’Oste, in zona Pacevecchia a Benevento.

Dramma a Napoli – Figlio di un commerciante beneventano

Il giovane era crollato al suolo da solo durante l’incontro sportivo, perdendo i sensi. Stabilizzato all’ospedale “San Pio”,  era stato poi trasportato in elicottero all’ospedale pediatrico “Santobono” di Napoli. Dopo un mese di ricovero però non ce l’ha fatta ed è morto.

Il post di cordoglio del sindaco di Benevento Clemente Mastella:

“Siamo tutti vicini alla famiglia del piccolo Mauro che purtroppo non ce l’ha fatta. Colpito da malore, mentre giocava a rugby, era stato trasportato poi al Santobono . La morte è sempre terribile, ma quando tocca un bambino ci chiediamo perché. Entriamo in crisi. Solo la fede ci aiuta a tentare di capire e soprattutto ad accettare. Ai familiari la vicinanza umana e cristiana”. (Napolitoday)

I funerali

funerali del piccolo Mauro Balestrieri saranno celebrati alle 15.30 di oggi, domenica 6 novembre, presos la Chiesa Santa Maria di Costantinopoli.

 La sua squadra, il IV Circolo Didattico Benevento, stava partecipando alla prima edizione del torneo di mini rugby “Memorial Franco Ascantini” organizzato dalla società Rugby Benevento accasciandosi al suolo senza aver avuto, come sembra, nessun tipo di contatto di gioco. 

Si pensava ad un malore passeggero, ma Mauro Balestrieri non riprendeva conoscenza. Fu così trasportato con un’auto privata di un dirigente che assisteva all’incontro, al vicino ospedale “San Pio”. Sembrava in arresto cardiaco, ma la circostanza è ancora tutta da chiarire. 

I medici si resero subito conto della gravità del quadro clinico del 12enne che ieri, dopo quasi un mese, è deceduto all’ospedale Santobono di Napoli dove era stato trasferito. Un dolore fortissimo per i genitori, Ernesto e Mariagrazia, per la sorella Silvia e per tutta la famiglia del IV Circolo Didattico, nessun escluso. (Napoliocchionotizie)