Connettiti con noi

Campania

Ultim’ora Terremoto. Forte scossa di magnitudo 3.2 avvertita dalla popolazione: trema tutta l’Irpinia

Pubblicata

il

Condividi

TERREMOTO. Una scossa di magnitudo 3,2 registrata stamani alle 8:26 dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), in provincia di Avellino. L’epicentro individuato a due chilometri dal comune di Frigento. Allo stato non segnalati danni a persone o cose.

Terremoto: Ingv, da ieri 130 scosse davanti Costa marchigiana 

 Nell’aggiornamento odierno l’Ingv fa sapere che, in totale, nella sequenza sismica registrata davanti alla Costa marchigiana pesarese rilevate in totale, compresi anche episodi sotto 2.0, 130 scosse da ieri e 16 oggi. Le più forti, ieri alle 7:07 di magnitudo 5.5 e alle 7:08 di magnitudo 5.2. L’ultimo evento sismico alle 8:47, una scossa 2.1.

Intanto proseguono nelle Marche, in particolare nelle province di Pesaro Urbino, Ancona e Macerata, centinaia di sopralluoghi e controlli da parte di tecnici e vigili del fuoco per verificare lo stato di strutture pubbliche e private. In molti edifici segnalate crepe, fessurazioni ma quasi nella totalità dei casi si tratta di danni non strutturali. In ogni caso gli accertamenti avanti così come continuano le richieste di intervento per verifiche ai vigili del fuoco da parte di cittadini preoccupati.

Le scosse di ieri

Ingenerato nella popolazione forti preoccupazioni e in molti si ‘preparano’ ad eventuali altri episodi sismici. “Mia moglie dorme vestita, con il telefono vicino e la app di aggiornamento per le scosse. Finora sono per fortuna tutte piccole”, confida uno dei tanti vigili del fuoco impegnati nei pesanti turni di servizi di questi giorni per il sisma, seguiti a quelli altrettanto pesanti durante l’alluvione del 15 settembre scorso nel Senigalliese e Pesarese. 

Evacuate famiglie

Stanotte ad Ancona sono stati evacuati, per delle lesioni nei rispettivi appartamenti, due nuclei familiari residenti in via Macerata e sei residenti in via Maggini. Stamattina il Centro Operativo Nazionale dei Vigili del fuoco ha disposto l’invio nelle due province marchigiane di tecnici da Umbria ed Emilia Romagna, esperti nella valutazione di edifici con dissesti statici.