Connettiti con noi

Cronaca

Si schiantano in auto mentre vanno a scuola: è Renè Sottocornola, il 18enne morto sotto gli occhi degli amici

Pubblicata

il

Condividi

ADDIO RENE’. Una mattina come tante, in auto con i propri amici e tutti insieme a scuola come accadeva di solito. Mai avrebbe potuto immaginare che quella era l’ultima volta che salutava la sua mamma prima di uscire di casa, oppure l’ultima risata con gli amici, l’ultima canzone ascoltata alla radio prima del suono della campanella.

Mai avrebbe pensato che quello era il so ultimo giorno di vita.

Se ne è andato così Renè Sottocornola, inconsapevolmente. All’improvviso due settimane prima del Natale, di quella festa tanto attesa, se ne è andato prima di conseguire la maturità, prima dell’ultimo bacio alla sua ragazza e a quelle che magari sarebbero arrivate.

E’ starno come la vita tutta d’un tratto cambia. Cambia per chi era al suo fianco, per la sua famiglia, i suoi genitori, i suoi amici, quell’amore che non vivrà mai… Finisce per lui che nemmeno ha avuto il tempo di comprendere cosa stava accadendo: ha espirato mentre lo trasportavano in ospedale. Renè non c’è più.

Addio Renè – L’incidente

Una tragedia, l’ennesima avvenuta lungo la strada nella prima mattinata di oggi, sabato 3 dicembre, in Valtellina. La vittima, come riporta Il Giorno, ha solo 18 anni, si chiamava Renè Sottocornola. 

Un’auto, una Panda, con tre giovani studenti coetanei diretta a Sondrio è sbandata, per cause ora al vaglio dei carabinieri, ed è andata a schiantarsi contro il muro di contenimento di un tratto della strada provinciale Orobica che conduce all’abitato di Sirta, in territorio di Forcola.

A bordo tre amici

Tre giovani a bordo, uno dei quali, Renè, deceduto durante il trasporto all’ospedale di Lecco con l’eliambulanza di Areu.

Sedeva al lato passeggero a fianco del conducente, secondo quanto appreso. Gravi gli amici, in prognosi riservata, che erano sulla vettura, estratti dalle lamiere contorte dai Vigili del fuoco del distaccamento di Morbegno. Sul posto anche i carabinieri. I tre stavano recandosi con due coetanei al Liceo Scientifico “Carlo Donegani” di Sondrio. (IlGiorno)