Connect with us

Senza categoria

Antonino Cannavacciuolo: “Mai una vacanza dal mio lavoro, così ho ottenuto la terza stella Michelin”

Published

on

antonino cannavacciulo

“Sono nato cuoco e morirò cuoco”. È una certezza assoluta per Antonino Cannavacciuolo, 47 anni, chef tristellato e volto televisivo di Masterchef. C’è chi pensava che, con il successo nel mondo dello spettacolo, si sarebbe allontanato dai fornelli, ma così non è stato.

Anzi, negli ultimi anni il cuoco originario di Vico Equense ha lavorato sodo per conquistare la terza stella Michelin. “Molti pensavano che Masterchef mi avrebbe danneggiato”, racconta a 7. “Si è messo a fare televisione, smetterà di lavorare e di stare in cucina… E invece non ho mai abbandonato il mio lavoro”.

Il 2022 si è chiuso in maniera grandiosa per lo chef napoletano che lo scorso novembre ha ottenuto il terzo riconoscimento per il suo ristorante Villa Crespi ad Orta nella Guida Michelin Italia 2023. “Lavoro duramente da anni per questo obiettivo.

Il mio primo tristellato è stato Don Alfonso ed era il 1996”, racconta al Corriere. “Da allora ne ho girati davvero tanti. Non per divertirmi, ma per imparare. Per conoscere. Per progredire. Perché non mi bastava saper cucinare, volevo farlo al massimo delle capacità”.

Ecco perché non ha smesso per un secondo della sua vita di stare ai fornelli. Nessuna distrazione concessa, solo impegno e duro lavoro. Una passione che ha ereditato dal padre, che come lui ha dedicato la vita alla cucina. “Ho vissuto senza un padre”, ammette. “Non voleva che anch’io facessi il cuoco, sognava che avessi un’esistenza diversa e invece io sentivo che era quella la mia strada, la mia vera passione”.

Nella sua vita però ha trovato lo spazio anche per l’amore e la famiglia, quella che ha costruito insieme a Cinzia Primatesta, che è una compagna di vita e di lavoro. Collaborano nella gestione delle attività che hanno in giro per l’Italia: tra queste Villa Crespi, i due bistrot piemontesi e una collezione di preziosi resort.

“Devo a lei tante cose, come quella di avermi regalato la tranquillità di potermi dedicare al mio lavoro”, spiega lo chef. “È anche una grandissima mamma”. Insieme sono infatti genitori di Elisa, nata nel 2007 e Andrea, nato nel 2012. Mai, però, un vero e proprio momento di stacco dal lavoro per concentrarsi sulla vita privata, ammette Cannavacciuolo. “Mai una vacanza in senso stretto. Anche quando vado fuori per divertimento so che poi mi porto sempre dietro il mio lavoro”. È questo il segreto del suo successo.


Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)