Connettiti con noi

Politica

Ragazzine stuprate a Caivano, Salvini: “Castrazione chimica subito per violentatori e pedofili”

Pubblicata

il

Condividi

STUPRO CAIVANO. “Che orrore… Notizie che non dovremmo mai leggere. Sincera vicinanza alle due giovani ragazze. Presto in discussione (e spero approvata) la proposta di legge della Lega per la sperimentazione anche in Italia della castrazione chimica per stupratori e pedofili. Nessuna clemenza per chi mette le mani addosso a donne e bambini”.

Questo è quanto dichiarato dal vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, in un post su Instagram in relazione alla vicenda delle due ragazzine di Caivano che sono state stuprate da un gruppo di adolescenti.

Le indagini

Hanno rivelato che le due ragazze di 13 anni sarebbero state violentate da un branco di coetanei nel Parco Verde di Caivano. La violenza si sarebbe verificata all’inizio di luglio, quando le ragazze sono state attirate in un capannone con l’inganno. Il gruppo di aggressori sarebbe composto da sei ragazzi, probabilmente della stessa età delle vittime. Le indagini sono partite ad agosto dopo che i familiari delle ragazze hanno presentato denuncia ai carabinieri. Un maggiorenne appartenente al gruppo è stato già arrestato. Le due cuginette sono attualmente ospitate in una casa famiglia lontano da Caivano.

Don Maurizio Patriciello, parroco del Parco Verde di Caivano

Si è mostrato addolorato per la vicenda e ha sottolineato che le vittime porteranno il trauma di questa violenza per tutta la vita. Ha anche espresso il suo dispiacere per la situazione nel quartiere, dichiarando che l’accumulo di povertà in quella zona ha contribuito alla situazione.

Cugine violentate a Caivano, l’avvocato delle vittime: “Un adolescente ha saputo dello stupro via social”

“Un degrado infernale soffoca il Parco verde di Caivano, un adolescente ha trovato il coraggio di informare la famiglia delle vittime dello stupro: è venuto a conoscenza delle violenze attraverso una chat social. I bambini vanno tutelati e salvati da un ambiente pericoloso e dallo sfruttamento”. Sono le parole dell’avvocato delle due cugine di 13 anni vittime di uno stupro nel Parco verde di Caivano, Angelo Pisani.