Connettiti con noi

Politica

Migranti, Mattarella incontra Steinmeier: “Accordo Dublino è preistoria”

Pubblicata

il

Condividi

MIGRANTI. Durante la conferenza stampa tenutasi dopo la visita al centro d’accoglienza di Piazza Armerina, il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha sottolineato l’omogeneità di pensiero tra lui e il presidente tedesco Steinmeier riguardo al tema dei migranti.

Entrambi hanno condiviso la percezione che si tratti di un fenomeno epocale che richiede un approccio orientato al futuro, anziché soluzioni temporanee.

Mattarella ha sottolineato che la gestione dei flussi migratori è una responsabilità dei governi e ha enfatizzato la necessità di affrontare la questione con soluzioni nuove e coraggiose, anziché approcci superficiali e approssimativi. Ha inoltre auspicato l’adozione di soluzioni europee che richiedano uno studio approfondito e un impegno serio da parte dei governi, considerando obsolete le attuali regole di Dublino in quanto non adeguatamente rispondenti alla realtà della migrazione di massa.

Migranti – Il presidente tedesco Steinmeier

Ha anch’egli ribadito l’importanza di regole comuni europee per affrontare la questione migratoria. Ha sottolineato la necessità di un dibattito sugli strumenti necessari per mantenere aperti i confini interni dell’Unione Europea e ha menzionato la cooperazione con i Paesi d’origine come una componente essenziale per ridurre il numero di arrivi.

Inoltre evidenziato la necessità di soluzioni europee e di un impegno per rendere gestibili i carichi legati all’immigrazione, compresa una migliore integrazione attraverso partenariati e gemellaggi.

Mattarella e Steinmeier hanno confermato la collaborazione tra Italia e Germania ai massimi livelli per affrontare la sfida migratoria e altre questioni di interesse comune.