Connettiti con noi

Cronaca

Torna a tremare l’Italia: forte scossa di magnitudo 4.2 a Rovigo, avvertito dalla popolazione anche a Padova, Verona e Ferrara

Pubblicata

il

Condividi

TERREMOTO ROVIGO. Un’altra significativa scossa di terremoto registrata oggi a Rovigo alle 17.29. Questo sisma, con una magnitudo di 4.2, è stato distintamente avvertito in tutta l’area della Pianura Padana, coinvolgendo i comuni circostanti di Padova, Mantova, Verona, Ferrara e Bologna. L’epicentro, secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), localizzato tra Calto e Ceneselli, nella provincia di Rovigo, mentre l’ipocentro individuato a una profondità di 10 chilometri.

Attualmente, i Vigili del Fuoco riferiscono che la sala operativa di Rovigo non ha ricevuto richieste di soccorso. Diverse le telefonate delle persone che hanno segnalato di aver percepito la scossa, ma finora non si sono verificati danni significativi.

Secondo il presidente del Veneto, Luca Zaia, le strutture della Protezione Civile stanno conducendo una verifica per valutare le eventuali conseguenze di questa scossa di terremoto. Le prime informazioni indicano una magnitudo di circa 4.2, che è al di sotto ma vicina alla soglia del danno sulla scala Richter (a 20 chilometri di profondità).

Zaia ha aggiunto: “Al momento, non abbiamo segnalazioni particolari, ma stiamo ancora valutando la situazione in tutte le aree coinvolte dal terremoto. Ringrazio coloro che stanno lavorando diligentemente per la verifica e la Protezione Civile nazionale, con cui sono in contatto.”

Terremoto Rovigo, scossa avvertita fino in Reggio Emilia

Inoltre, come accaduto tre giorni fa, questa scossa di terremoto registrata a Rovigo e avvertita anche in Emilia, fino a Bologna, ha generato preoccupazioni per la torre Garisenda, una delle Due Torri simbolo di Bologna. La torre è attualmente recintata a causa dei lavori di consolidamento che rivoluzioneranno la rete di trasporto pubblico della città. Dopo la scossa, i tecnici del Comune hanno ispezionato la torre e i sensori collocati su di essa, ma non hanno rilevato anomalie significative.