Connettiti con noi

Politica

Salutò Prodi mangiando mortadella, è morto l’ex parlamentare Nino Strano

Pubblicata

il

Condividi

Nino Strano, ex parlamentare e figura politica nota, è scomparso a Catania all’età di 73 anni. Negli anni ’70, ha iniziato la sua carriera politica nella Giovane Italia, passando successivamente al Fuan e al Fronte della gioventù.

Dal 1976 al 1993, ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale a Catania, essendo eletto con il Movimento sociale italiano. Nel 1994, è entrato nell’Assemblea regionale siciliana. 2001, fu eletto alla Camera dei Deputati nella lista di Alleanza Nazionale e nel 2006 al Senato. Nel gennaio 2008, durante la caduta del governo Prodi, ha celebrato l’evento in Senato insieme ad altri membri del partito con una bottiglia di spumante e fette di mortadella.

Chi era Nino Strano

Nel 2011, rieletto al Senato ma ha rassegnato le dimissioni prima della conclusione della legislatura nel dicembre 2012. Oltre alla sua attività politica, Nino Strano ha coltivato la passione per il teatro e il cinema, collaborando con registi come Mauro Bolognini e Franco Zeffirelli.

Ha anche contribuito alla messa in scena di opere teatrali presso il Teatro Massimo di Palermo e il Teatro Bellini di Catania. La sua scomparsa rappresenta la perdita di una figura multifacetica nel panorama politico e culturale italiano.

Le altre notizie di cronaca

Daniela Alfano, madre di quattro figli di soli 44 anni, è tragicamente scomparsa dopo un malore sul lavoro, ma la sua generosità ha dato nuova vita ad altre persone attraverso la donazione degli organi. Martedì scorso, mentre lavorava nel suo bar, il Franci’s Lounge Bar a Casalgrande, ha improvvisamente perso conoscenza.

Fortunatamente, un cliente presente le ha praticato immediatamente un massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Grazie a questo intervento e all’arrivo tempestivo dei soccorritori, il cuore di Daniela ha ripreso a battere. Durante il trasporto in ambulanza verso il Santa Maria Nuova, l’ambulanza subisce un incidente sulla via Emilia a Masone. Un altro mezzo è intervenuto, trasportando Daniela all’Arcispedale, dove è stata ricoverata in terapia intensiva collegata a un respiratore. Continua a leggere qui