Connettiti con noi

Cronaca

Filippo Turetta, il testimone della fuga: «L’abbiamo avuto a un metro di distanza»

Pubblicata

il

Condividi

La fuga di Filippo Turetta, accusato di omicidio e sequestro di persona, assume nuove sfumature grazie al testimone Thomas Colussa, un esploratore della montagna. Il suo racconto offre dettagli intriganti sulla presenza di Turetta poco sopra il lago di Misurina e il suo incontro con il giovane scomparso.

Il video caricato su TikTok aggiunge un elemento visivo alla vicenda, sottolineando l’importanza delle testimonianze nella ricostruzione degli eventi.

L’incontro Sulle Montagne

Colussa racconta di essere stato poco sopra il lago di Misurina lunedì scorso per organizzare un’uscita. Nota il parcheggio deserto, tranne per una Punto nera, il modello della macchina di Turetta. L’incontro con il ragazzo, che sembrava aver passato la notte nella macchina, suscita sospetti. Colussa descrive il giovane come magrolino con capelli neri, notando la correlazione con la ricostruzione degli spostamenti di Turetta.

Il Video su TikTok

Il testimone carica il video su TikTok, offrendo uno sguardo visivo alla scena e alle circostanze dell’incontro. L’uso dei social media diventa così uno strumento cruciale per diffondere la testimonianza e contribuire alla ricostruzione dei movimenti di Turetta.

@tommy_colussa Solo ora ci rendiamo conto, incredibile ❗️ walkingwolfofficial.com. #academy #lupocecoslovacco #segnalazioni ♬ 3 minutes song atonal piano – Quetzal BGM

Filippo Turetta – La Segnalazione Importante

Colussa, insieme a Numb, il lupo “dalla zampina storta” con cui condivide le sue esplorazioni, decide di segnalare l’incontro alle autorità. «Ho chiamato immediatamente i carabinieri facendo una segnalazione il più dettagliata possibile. Purtroppo non ho preso la targa, e chiaramente non posso dire al 100% che si trattasse di Filippo. L’auto, i colori del ragazzo, il suo atteggiamento abbastanza ansioso, il tragitto sono però elementi che confermano la netta sensazione che fosse lui». La descrizione dettagliata del ragazzo e la coincidenza con gli spostamenti di Turetta a Cortina sollevano sospetti significativi. La speranza è che questa segnalazione fornisca elementi cruciali per una ricostruzione più dettagliata degli avvenimenti.

La testimonianza di Colussa aggiunge un nuovo capitolo al mistero della fuga di Turetta, evidenziando l’importanza delle testimonianze nella comprensione degli eventi e nell’ausilio alle autorità per la risoluzione del caso.