Connettiti con noi

Cronaca

Due comunità in lutto per Maria Chiara Compagnone, strappata alla vita all’improvviso a soli 42 anni

Pubblicata

il

Condividi

Una tragica notizia ha scosso due comunità, quella di Capua e di Calci, soprattutto nella frazione di Montemagno, dove una donna di 42 anni, Maria Chiara Compagnone, trovata morta nel parcheggio. La scoperta fatta da un passante, che ha immediatamente allertato i soccorsi.

Secondo le prime informazioni, la donna, originaria di Capua in provincia di Caserta, sia colpita da un malore improvviso con arresto cardiocircolatorio. Purtroppo, è stata ritrovata già senza vita all’interno della sua auto. Nonostante l’arrivo tempestivo dei sanitari, non è stato possibile fare nulla per salvarla. La centrale operativa del 118 ha inviato un’ambulanza della Misericordia, ma i soccorritori hanno solo potuto constatare il decesso della giovane.

I carabinieri della locale Stazione sono intervenuti per le procedure di routine, ma il medico del 118 ha subito escluso la presenza di terzi coinvolti, indicando che si trattava di una morte naturale.

La notizia della morte di Maria Chiara Compagnone si è diffusa rapidamente

Il sindaco Massimiliano Ghimenti e la giunta calcesana hanno espresso il loro cordoglio e la vicinanza ai familiari di Compagnone per questa dolorosa perdita.

La donna, originaria di Capua, era una affermata estetista che lavorava e viveva a Montemagno, in provincia di Pisa.

L’autopsia, disposta dal magistrato di turno, eseguita nei giorni scorsi, consentendo la celebrazione dei funerali nella Chiesa di San Giuseppe a Capua dove una folla commessa si è stretta alla famiglia per l’ultimo saluto.