Connettiti con noi

Cronaca

Ha un malore improvviso e muore, Giuliano Ferro aveva solo 47 anni

Pubblicata

il

Condividi

Una triste notizia ha colpito Vercelli e i dintorni con la prematura scomparsa di Giuliano Ferro, un affermato barman di soli 47 anni, deceduto a seguito di un improvviso malore. Originario di Costanzana, Ferro aveva intrapreso una carriera eclettica nel settore della ristorazione, distinguendosi per la sua passione e abilità nella preparazione di bevande. La sua fama era ben consolidata, sia a livello locale che internazionale, avendo svolto significative esperienze lavorative anche all’estero, in rinomate località turistiche.

Giuliano Ferro aveva contribuito in modo significativo alla scena gastronomica di Vercelli, essendo stato uno dei soci fondatori del Bijoux Café, ubicato in corso Libertà, nel cuore della città. La sua dedizione al mestiere e la sua apertura a nuove sfide professionali lo avevano reso una figura di spicco nell’ambito locale.

Il malore improvviso

La notizia del suo ricovero all’ospedale Maggiore di Novara a causa di un malore aveva già destato preoccupazione nei giorni scorsi. Purtroppo, giovedì 23 novembre, Giuliano Ferro ci ha lasciato, lasciando un vuoto palpabile nella comunità locale. La Garda, la polizia irlandese, ha inizialmente escluso l’ipotesi terroristica, ma ha precisato di non voler escludere alcun movente al momento.

Gli amici e conoscenti hanno inondato i social media con messaggi di cordoglio, ricordando la personalità vivace e aperta di Giuliano. Un amico lo ha descritto come “la persona più buona e sincera che io abbia mai conosciuto”, menzionando la sua determinazione a non arrendersi mai, la costante presenza di un sorriso anche nei momenti difficili e la generosità dimostrata in molte situazioni.

Un altro amico, condividendo le esperienze di viaggio vissute insieme, ha espresso il suo profondo dolore per la perdita di un “fratellone”. Ha ricordato il loro legame durante le avventure trascorse tra le onde del sud-est asiatico, condividendo case e momenti indimenticabili. L’omaggio si è concluso con un commosso “buon viaggio Fratellone, sai che non smetterò mai di volerti bene ma mi mancherai veramente tanto”.

Il cordoglio della comunità per Giuliano Ferro

In risposta alla notizia della sua morte, la comunità di Vercelli ha manifestato il proprio affetto e rispetto per Giuliano Ferro, evidenziando il contributo significativo che ha fornito alla vita sociale e gastronomica della città. La sua assenza lascerà un vuoto irrimediabile, ma i ricordi di un uomo appassionato, generoso e sempre pronto a nuove sfide continueranno a vivere nei cuori di coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. (Fonte: NotizieOggi)