Edging, l’arte di ritardare l’orgasmo: una pratica erotica che accende la passione. Come funziona

2 settimane fa
29 Giugno 2020
di nunzia d'aniello

Quando si parla di edging (dall’inglese to edge, parola traducibile con termini come bordo o limite), si inquadra una pratica erotica finalizzata al controllo dell’orgasmo e al rinvio dell’apice del piacere.

Quali sono le regole da seguire per metterla in atto? In linea di massima, si consiglia di utilizzare le mani. Il motivo è molto semplice: grazie ad esse, risulta più facile controllare il livello di eccitazione del partner. L’approccio è molto semplice: non appena ci si accorge che il partner sta per raggiungere il culmine del piacere, bisogna spostare l’attenzione su zone meno erogene, come per esempio il ventre o le gambe. L’orgasmo successivo sarà a dir poco intenso.

Anche se quando si pensa all’edging è naturale immaginare la masturbazione maschile

E’ bene specificare che anche le donne possono beneficiare degli effetti piacevolissimi dell’orgasmo controllato. In tali frangenti, dovrà essere l’uomo a capire quando aumentare o diminuire l’intensità della penetrazione a seconda del respiro e dei movimenti del corpo della propria compagna.

Da queste poche righe risulta chiaro che, quando si prova l’edging, è meglio che ci sia una forte confidenza tra i due partner. Soprattutto quando la scelta di vivere l’esperienza dell’orgasmo controllato riguarda un rapporto completo e non la masturbazione, è necessario conoscersi bene in particolare dal punto di vista della comunicazione non verbale.

Attenzione:

Quanto appena ricordato non vieta certo di provare l’edging quando si è all’inizio di un rapporto di coppia. In tali situazioni può però essere utile iniziare dalla masturbazione. Man mano che la confidenza cresce e che si comincia a conoscere le reazioni del partner alla stimolazione di determinate zone del corpo così come il ritmo del suo respiro e le espressioni nei momenti intimi, si può provare a introdurre la pratica dell’edging nei rapporti sessuali completi.

A prescindere da questa conoscenza, è basilare essere sinceri e aperti con il partner. Ciò vuol dire, per esempio, chiedere all’altra persona di fermarsi perché ci si rende conto di non essere più in grado di trattenersi. Non c’è che dire: l’edging è una pratica erotica molto interessante, che può per esempio rivelarsi decisiva per le donne che spesso faticano a provare un orgasmo.(Dilei)
Leggi anche: Orgasmo multiplo: raggiungerlo non è impossibile se sai come farlo.
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo