In Campania nuovo bollettino nero, superati i 1400 contagi: quasi esauriti i posti in ospedale. I dati

4 giorni fa
17 Ottobre 2020
di angela capasso

Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 1.410
di cui:
– Sintomatici: 67
– Asintomatici: 1.343
Tamponi del giorno: 14.704
Totale positivi: 24.443
Totale tamponi: 751.931

?Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 499
Guariti del giorno: 74
Totale guariti: 8.254

?Report posti letto Covid su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva complessivi: 110
-occupati: 75
Posti letto di degenza complessivi: 840
-occupati: 817

I dati del bollettino di ieri in Campania

Positivi del giorno: 1.261
di cui:
– Sintomatici: 68
– Asintomatici: 1.193
Tamponi del giorno: 14.222

Totale positivi: 23.033
Totale tamponi: 737.227
?Deceduti del giorno: 3
Totale deceduti: 499
Guariti del giorno: 148
Totale guariti: 8.180

?Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva complessivi: 110
-occupati: 67
Posti letto di degenza complessivi: 820
-occupati: 786

De Luca annuncia nuova ordinanza in diretta: “Ci saranno altre chiusure in Campania”. La decisione

Nuove ordinanze di chiusura e un vero e proprio coprifuoco con limitazione anche della mobilità a fine ottobre, per bloccare movida e feste di Halloween. Il presidente della Regione Campania spiega che ci sarà lunedì una riunione sul fronte trasporti e che si immagina per la riapertura delle scuole uno scaglionamento mattina /pomeriggio delle classi.

“Annuncio che ci saranno altre chiusure per le attività che causano nuovi assembramenti soprattutto per le attività che non hanno possibilità di sedute. Deve essere bloccata la movida, non c’è niente da fare”. “Chiuderemo tutto alle 22 a fine ottobre, soprattutto in vista di Halloween che è una idiozia, una americanata. Ed è possibile che bloccheremo la mobilità dopo mezzanotte”. Oggi De Luca ha informato che la Campania registra oltre 1.200 contagi Covid. “Ci sono esercizi commerciali che pur di guadagnare 200 euro una sera danneggiano tutti”.

L’ordinanza scuola, i chiarimenti

“Prevedevamo di chiudere solo quarte e quinte superiori ma era impossibile per organizzazione scolastica, abbiamo valutato la posizione di studenti universitari e asili e scuole private. Abbiamo deciso non di chiudere, ma di fare didattica a distanza per 15 giorni per contenere l’ondata di contagi e ridurre al massimo luoghi e occasioni di assembramento e frenare la mobilità sui mezzi di trasporto. Non è vero che chiudono le scuole, è didattica a distanza per due settimane ed era necessario come ci hanno detto gli epidemiologi”.

De Luca, prendere decisioni forti, mezze misure inutili

“Le mezze misure non servono piu’ a niente, prima prendiamo decisioni forti meglio e’. Se tardiamo ci avviciniamo al momento in cui saremo costretti a prendere decisioni ancora piu’ gravi ma con l’acqua alla gola. E’ responsabile prendere oggi decisioni difficili senza attendere oltre”. Cosi’ il governatore della Campania Vincenzo De Luca su Facebook. “Oggi ci sono 1.261 positivi su 14.422 tamponi”, annuncia inoltre il governatore, anticipando il bollettino ufficiale dell’Unità di Crisi regionale.
Leggi anche Aumentano dei contagi in Campania: treni e bus strapieni, il problema è grave: ‘Dal governo nemmeno un euro’
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo