Virus, cala ancora il contagio in Campania: il bollettino di oggi 24 dicembre

di Nunzia D'Aniello
5 mesi fa
24 Dicembre 2020

Virus, cala ancora il contagio in Campania. Sono 1.156 i positivi nelle ultime 24 ore (di cui 87 sintomatici) su 20.404 tamponi; il rapporto positivi/test rscende ancora al 5,66% rispetto al 5,79% precedente.

I deceduti

Sono 20 (10 nelle ultime 48 ore). I guariti sono 1.074. Il report dei posti letto su base regionale indica in 102 i posti letto di terapia intensiva occupati e in 656 quelli disponibili. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 (Covid e offerta privata) e 1.488 quelli occupati. 20 16:36 NNNN

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 1.156
di cui:
Asintomatici: 1.069
Sintomatici: 87
Tamponi del giorno: 20.404
Totale positivi: 184.273
Totale tamponi: 1.966.694
Deceduti: 20 (*)
Totale deceduti: 2.663
Guariti: 1.074
Totale guariti: 101.601
* 10 deceduti nelle ultime 48 ore e 10 deceduti in precedenza ma registrati ieri
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 102
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.488
** Posti letto Covid e Offerta privata

Emergenza virus: Napoli si prepara al vaccino, scopri dove e quando

Anche la città di Napoli si prepara al V-Day, il cosiddetto vaccino day, atteso per tutta Europa il 27 dicembre.

L’ospedale napoletano è il Cardarelli di Napoli dove sarà allestita una tendo struttura alle spalle del pronto soccorso adibita ad accogliere il personale sanitario che per primo verrà sottoposto al vaccino.

Al momento, la stima è di poter praticare la prima vaccinazione approssimativamente alle 10.00 del mattino. Al Cardarelli la prima ad essere vaccinata sarà la dottoressa Filomena Liccardi. In servizio presso il Pronto Soccorso, la dottoressa Liccardi è stata sin dal primo momento impegnata nella lotta al Covid.

Vaccino a Napoli

Cinque più uno i box vaccinali realizzati, così da avere un sesto box disponibile nel caso di una qualsiasi indisponibilità temporanea. Nove sono invece le postazioni di osservazione che serviranno a monitorare i vaccinati per i 15 minuti successivi all’inoculazione della dose.

Predisposto anche un “red point”, una postazione di codice rosso, che potrà servire nell’improbabile caso di uno shock anafilattico o di una reazione avversa particolarmente grave.

Vaccino sicuro

«Dai dati disponibili al momento – spiega il direttore sanitario Giuseppe Russo – il vaccino si è dimostrato sicuro e privo di gravi controindicazioni. Ad ogni modo abbiamo voluto prevedere ogni possibile scenario, per quanto remoto, per non lasciare nulla al caso». Prima di procedere alla vaccinazione, tutto il personale sarà informato sulle caratteristiche del vaccino così da poter raccogliere il consenso informato.

Studiata nel dettaglio anche la lista dei candidati alla vaccinazione. Si tratta infatti di 100 tra medici, infermieri e operatori socio sanitari selezionati in base al fattore di rischio causato dalle mansioni svolte. Personale che è in servizio nelle unità operative Covid o che sarà deputato alla somministrazione dei vaccini.
Leggi anche: Il governo Usa vicino all’Italia invia un aiuto concreto: “Insieme supereremo la crisi”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo