Vaccini Napoli, ancora caos: tentano di infiltrarsi nella fila e creano scompiglio

di carolina sorrentino
2 settimane fa
14 Gennaio 2021

Vaccini Napoli, ancora caos: una troupe Rai di un programma di intrattenimenti tentano di infiltrarsi nella fila e creano scompiglio.

“Comportamento vergognoso, posto in essere a danno dei sanitari che sono in prima linea”, scrive in una nota l’Asl Napoli 1 Centro che ha denunciato l’accaduto.

Il comunicato

“Nel corso della mattinata di oggi, giovedì 14 gennaio 2021 – racconta la Direzione generale – un giornalista RAI e due tecnici, tutti in servizio per un programma di intrattenimento, hanno tentato di superare i controlli posti in essere alla Mostra d’Oltremare di Napoli fingendosi operatori sanitari aventi diritto al vaccino, ritirando il numero di ingresso e mettendosi in fila. Al controllo sono stati “smascherati” e respinti”.

“È lecito presumere che l’obiettivo di questa incursione con telecamere nascoste fosse quello di cogliere in fallo il sistema di sicurezza messo in piedi dall’ASL Napoli 1 Centro e gettare ancora una volta fango sul lavoro messo in campo per garantire la salute dei cittadini; Un comportamento che questa direzione generale stigmatizza con forza, anche perché quest’incursione nulla ha a che vedere con il diritto di cronaca e d’informazione che dovrebbe animare ogni giornalista, tanto più se appartenente al servizio pubblico”; continua il comunicato.

“Sin dal primo giorno di apertura del Vaccine Covid Center, l’ASL Napoli 1 Centro ha tenuto la massima trasparenza, consentendo a giornalisti; troupe televisive e fotoreporter di entrare e girare liberamente negli spazi della Mostra dedicati ai Vaccini; Tentativi come quello odierno vengono posti in essere a scapito della sicurezza degli operatori sanitari impegnati in prima linea; visto che impegnano preziose risorse che dovrebbero invece essere impiegate solo ed esclusivamente per garantire la massima rapidità delle operazioni vaccinali”.

“Questa direzione generale auspica che episodi simili non abbiano a ripetersi nelle settimane e nei mesi a venire, che l’Ordine dei Giornalisti intervenga per valutare l’accaduto ed eventualmente sanzionare tale comportamento; e che la stessa Commissione di Vigilanza RAI approfondisca quanto accaduto e valuti opportuni provvedimenti”.

Nuova ordinanza, De Luca corre più veloci di tutti: al via il piano anti virus per la Campania, tutte le disposizioni

Nuova ordinanza, De Luca corre più veloce di tutti; Dopo la prima fase iniziale fase riservata al personale sanitario e agli ospiti delle Rsa, adesso i vaccini verranno somministrati ad una parte della popolazione. L’Unità di Crisi della Regione Campania è già al lavoro per preparare la fase successiva della campagna di vaccinazione.

L’elenco delle categorie

Sono in fase di preparazione gli elenchi di tutte le categorie, in modo da essere pronti non appena il governo darà il via libera alla “fase 2” dei vaccini.

Pronti gli elenchi di cittadini over 80 e di cittadini sopra i 60 anni con patologie croniche. Compresi anche gli insegnanti e personale scolastico, le forze dell’ordine e il personale dei trasporti pubblici.

Stavolta potrebbero essere utilizzati anche i medici di base, ma solo con vaccini diversi da quello Pfizer, che necessitino di una conservazione più facile senza bassissime temperature.

Nuova ordinanza – Regioni

Dall’Unità di Crisi della Campania emerge anche una preoccupazione per le indiscrezioni filtrate dal governo circa la distribuzione del vaccino di Moderna a Regioni con maggior numero di anziani. La Campania, infatti, è tra le Regioni con l’età media tra le più basse d’Italia.

E non è un caso quindi che la Campania finisce sui giornali tedeschi. La soddisfazione di De Luca: “Siamo la Regione migliore d’Italia”

La stampa tedesca elogia la Regione Campania con grande soddisfazione da parte del governatore Vincenzo De Luca. In un post sulla sua pagina istituzionale, il Governatore racconta la vicenda.

Il post di De Luca

“Il quotidiano tedesco Die WELT in un articolo intitolato “Perché l’Italia lascia indietro quasi tutta l’Europa per le vaccinazioni”, sottolinea come “la tipica differenza fra Nord e Sud, che vede in genere il Nord più efficiente e il Sud più lento e caotico, sia in questo caso capovolta: la regione più veloce è la Campania”.

Ancora una volta, come era già accaduto a marzo, i media internazionali riconoscono il grande valore e l’alto livello di efficienza della sanità campana nella lotta contro il virus; Grazie a tutti gli operatori della Sanità per l’impegno e la professionalità.
Un motivo di orgoglio per tutta la Campania e una spinta a continuare sempre con il massimo sforzo questa battaglia.
Il link all’articolo https://bit.ly/38D9DPN
Leggi anche: De Magistris attacca Maresca: “Comportamento inqualificabile”. Che succede
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo

Temi di questo post