Nuovi provvedimenti anche per la Campania, cambia tutto: le regole in vigore già da oggi. Si attende l’ok di De Luca

di Nunzia D'Aniello
2 mesi fa
20 Gennaio 2021

Nuovi provvedimenti anche per la Campania, cambia tutto: le regole in vigore già da oggi. Il governo fa finalmente chiarezza.

Gli spostamenti

La possibilità (o meno) di spostarsi verso le seconde case è uno dei punti che ha generato maggiormente dibattito in questi giorni di rinnovato vigore delle restrizioni anti-Covid ad opera dell’Esecutivo.

Il problema, che ha coinvolto anche numerosi campani per abitazioni nella stessa regione o al di fuori, trova finalmente in queste ore un chiarimento da parte del Governo.

Nuovi provvedimenti – L’ultimo Dpcm sull’emergenza pandemica è datato 14 gennaio

E ha dato disposizioni valide fino al prossimo 15 febbraio. Al proposito il sottosegretario all’Interno Achille Variati ha spiegato: “Si può sempre tornare nella propria residenza o abitazione: una seconda casa è un’abitazione e non è esplicitato nel nuovo Dpcm il divieto di andare nella seconda casa purché si tratti di una proprietà o ci sia comunque un contratto di affitto”.

Ha anche precisato: “Se la casa è di proprietà di un altro, anche se parente, non può essere considerata seconda casa”.

Il ministro della Salute Speranza non era favorevole

Ma ci sono sostaziali differenze tra la situazione attuale e quella in vigore durante le Festività Natalizie. Vietati fino al 15 gennaio, adesso gli spostamenti verso le seconde case in un’altra regione sono permessi.

A confermarlo è una circolare del ministero dell’Interno per i prefetti, la quale recita testualmente che gli spostamenti tra regioni sono permessi “in caso di rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”.

Inoltre, Il colore della zona di partenza e di quella d’arrivo non è stato specificato come significativo per lo spostamento.

Restano delle limitazioni

La prima è acclarata, ovvero il “coprifuoco” dalle 22 alle 5 nel corso del quale non è possibile spostarsi. La seconda è possibile: le singole Regioni hanno la possibilità di decidere ulteriori divieti.

Quindi ora toccherà a De Luca decidere il da farsi

La prima che sembrava muoversi in tal senso era la Toscana, che pure perà a sei giorni dalla pubblicazione del nuovo Dpcm non ha emesso ordinanze.(NapoliToday)
Leggi anche: Dramma in Campania, ancora sangue, Benedetto muore a pochi metri da casa: il dolore di parenti e amici
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo