Terra dei fuochi, Zinzi incontra il Vescovo: “Al più presto la parola fine”

di Carolina Sorrentino
1 mese fa
8 Marzo 2021

Terra dei fuochi, il presidente della Commissione Anticamorra e Beni Confiscati Zinzi incontra il Vescovo Di Donna. “Emergenza sia il centro dei lavori”.

Terra dei fuochi, colloquio tra Zinzi e il Vescovo

Questa mattina il presidente della Commissione Anticamorra e Beni Confiscati del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, ha incontrato il vescovo di Acerra; monsignor Antonio Di Donna.

Un confronto piacevole e costruttivo, alla presenza anche del senatore Francesco Urraro, componente della Commissione bicamerale Antimafia.

Al centro della chiacchierata i temi della legalità e della Terra dei Fuochi, ricordando proprio l’appello del vescovo ad un rinnovato impegno del Consiglio regionale sull’argomento dei roghi tossici e dello smaltimento dei rifiuti nel corso di un’omelia a fine dicembre.

“L’intervento del monsignor Di Donna; ha spiegato il consigliere Zinzi; deve essere per tutto il Consiglio un ulteriore stimolo a riportare con maggiore enfasi questa emergenza al centro del dibattito regionale”.

Al più presto la parola fine alla terra dei fuochi

Inoltre, ha sottolineato Zinzi: “L’unico obiettivo è quello di poter scrivere la parola ‘fine’ ad un lungo capitolo che ha marchiato a fuoco il nostro territorio. In questo senso il contributo di tutti, ognuno nel proprio ambito, sarà fondamentale”.

Napoli, caso murales: pugno duro dalla Commissione anticamorra

In Commissione anticamorra si è discusso per la rimozione degli altarini e murales  per veicolare un forte messaggio di legalità.

Una dura presa di posizione contro la presenza di murales e altarini dipinti ed eretti per celebrare la vita criminale è stata espressa dalla Commissione speciale Anticamorra e Beni Confiscati del Consiglio regionale della Campania; presieduta dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi.

La Commissione ha così approvato all’unanimità una risoluzione con la quale si invitano “le Istituzioni competenti ad attivare, nell’ambito delle proprie competenze; tutte le procedure atte a cancellare i murales e smantellare gli altarini”.
Leggi anche: De Luca non lasciarci sole, donne alla Regione invocano lo sceriffo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo