Fa vaccino e finisce in sala di rianimazione: 26enne rischia la vita

di Rosaria Claudia Romano
2 mesi fa
28 Aprile 2021

Oggi è il giorno in cui dall’America arriva un allarme sul rischio trombosi legato al vaccino Johnson&Johnson, ma torna a crescere la paura di possibili effetti collaterali legati ancora all’inoculazione del siero di AstraZeneca. A confermarlo sono proprio gli ospedali con le loro notizie.

Ragazza ricoverata dopo il vaccino AstraZeneca

Una ragazza di appena 26 anni è stata ricoverata in prognosi riservata al Policlinico di Milano. Il ricovero è succeduto alla vaccinazione anti COVID con il siero anglo-svedese.

Stando a quanto riportato dal quotidiano Repubblica, la giovane sarebbe stata ricoverata con una trombosi cerebrale.

La ragazza, fanno sapere dall’ospedale: “è cosciente e risponde alle terapie. E’ in condizioni ritenute stabili, anche se la prognosi resta riservata ed è tenuta sotto stretta osservazione”.

Il ricovero in ospedale si è necessario perché la sua situazione è sembrata ai sanitari seria e anche per questo la paziente è inviata al Centro trombosi guidato da Flora Peyvandi, struttura di riferimento.

Astrazeneca – il vaccino somministrato 16 giorni fa

Alla ragazza, 26enne, era stato somministrato il vaccino 16 giorni fa (la prima dose) e il vaccino incriminato è AstraZeneca.

Dall’Irccs nel frattempo specificano che “non ci sono al momento elementi sufficienti per dare una risposta sull’eventuale correlazione di questo evento con la vaccinazione”, effettuata poco più di due settimane prima del ricovero.

I dubbi sul causa –  effetto

E’ infatti trascorso un intervallo di tempo piuttosto lungo dalla prima dose. Per questo motivo non è possibile al momento stabilire se ci sia una correlazione di causa- effetto, tra la vaccinazione e la trombosi.

E’ l’ennesimo caso che mette ancora a rischio la fiducia nel siero AstraZeneca, inizialmente vietato agli over 55-65 e ora somministrato proprio agli over 60 in via precauzionale.

Secondo il parere dell’Ema c’è una “spiegazione plausibile dei rari effetti collaterali può essere legata a una risposta del sistema immunitario”. (Fonte ilMeteo)
Leggi anche: Coprifuoco, De Luca fa scuola a Draghi: ecco cosa potrebbe cambiare
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo